** Notiziario Servizi pubblici ** (9)
** Notiziario Servizi pubblici ** (9)

(Adnkronos/Ign) –

AMBIENTE: BASILICATA, SANTOCHIRICO - IN REGIONE EROSIONE COSTE E' EMERGENZA

''Le mareggiate e l'erosione stanno consumando sempre piu' velocemente le spiagge della nostra regione. Ad un'emergenza ambientale che arreca danni ingenti ai sistemi naturali, ai beni storici e culturali, alle abitazioni e alle attivita' economiche, la Regione ha dato una risposta concreta, approvando, l'11 novembre scorso, all'unanimita' del Consiglio regionale, il disegno di legge in materia di difesa della costa''. Lo afferma il vice presidente della Giunta regionale della Basilicata, Vincenzo Santochirico, in relazione all'interrogazione annunciata dal consigliere regionale Pasquale Di Lorenzo (Pdl), riguardante le mareggiate lungo il litorale di Scanzano Jonico (Matera).

Santochirico sottolinea che ''si e' gia' insediato l'Osservatorio regionale delle aree costiere, per il monitoraggio e lo studio delle cause dei processi erosivi. L'Osservatorio provvedera' anche ad organizzare e gestire il Sistema informativo regionale della costa (Sit Costa)''. In base alla legge sulla difesa della costa, la gestione delle aree costiere jonica e tirrenica sara' attuata mediante il Piano regionale delle coste della Basilicata, strumento di programmazione degli interventi diretti alla difesa, tutela e valorizzazione delle aree costiere. In attesa della predisposizione del Piano, l'Universita' della Basilicata sta elaborando la progettazione degli interventi urgenti per la difesa e la messa in sicurezza delle aree costiere.

''Rispetto al problema della protezione delle coste, che ormai ha ormai assunto carattere emergenziale e di forte rilevanza sociale - afferma Santochirico - la Regione sta dando una risposta organica, capace di integrare la programmazione dello sviluppo economico, la pianificazione del territorio e delle risorse con la tutela e la salvaguardia degli ecosistemi naturali. Quest'attivita' di pianificazione richiede una partecipazione attiva dei vari soggetti interessati, attori istituzionali, economici, sociali, cittadini''. (segue)

(Ign/Opr/Adnkronos)