Palermo: comandante Carabinieri, arresti dimostrano diffusione ecstasy tra giovani
Palermo: comandante Carabinieri, arresti dimostrano diffusione ecstasy tra giovani
'la droga proviene soprattutto dal Nord Europa'

Palermo, 13 gen.- (Adnkronos) - “L’operazione Walt Disney condotta oggi dal Gruppo di Palermo l’ulteriore dimostrazione di come purtroppo l’ecstasy si stia diffondendo tra i giovani". E' l'allarme lanciato dal colonnello dei Carabinieri Teo Luzi, Comandante provinciale di Palermo, dopo gli otto arresti eseguiti all'alba. "Dalla scorsa estate in Sicilia si registrato un notevole incremento nello spaccio di pasticche di ecstasy, soprattutto nella fascia giovanile 16-22 anni. Il fenomeno che da diversi anni presente nell’Italia centro-nord si sta ora diffondendo anche nella nostra Provincia, in alternativa all’uso di marijuana, hashish e cocaina - dice Luzi -Gli arresti eseguiti in queste ore sono solo l’epilogo di attivit condotte a partire dalla scorsa estate quando la Stazione CC di Terrasini, recuper oltre 2000 pasticche destinate ad essere spacciate nei pressi di discoteche del litorale".

"Le indagini evidenziano come lo stupefacente proviene dal nord Europa, in particolare dalla Germania e Olanda, e viene venduto al dettaglio a basso prezzo- dice ancora il colonnello Luzi - Una pasticca di ecstasy costa sui 10 - 20 € ma (il costo di produzione non supera i 50 centesimi). L’ecstasy viene ceduta in genere sotto forma di compresse colorate su cui impresso un nome o disegni originali (ad esempio una mezzaluna, un cuore, un delfino) che rappresentano la "griffa" che le contraddistingue sul mercato e ne indica i differenti effetti. Questa sostanza stupefacente un brevetto farmaceutico dei primi anni del 900 ma, oggi giorno, non trova utilizzo medico perch in poco tempo pu provocare seri danni cerebrali".

E ancora: "Le conseguenze psichiche e comportamentali per l’impiego di questi farmaci, assunti dai giovani molto spesso in maniera saltuaria e in luoghi di aggregazione, includono dopo un week-end di euforia una successiva facilit al malumore e ostilit. In alcuni casi pu aversi una vera e propria depressione e paranoia. L'ecstasy assunta spesso in combinazione con bevande alcoliche, risulta molto pericolosa soprattutto per i gravi disturbi dello stato di attenzione che, come noto, costituisce la principale causa degli incidenti stradali nelle ore notturne post discoteca. Tra i giovani anche di “moda” associare l’ecstasy al viagra, cos ottenendo quello che in gergo si chiama “Sextasy” o "Martello nella testa", per la forte eccitazione sessuale associata a cefalea che provoca".

(Ter/Col/Adnkronos)