Roma: minacce con coltelli e machete, due denunce per usura
Roma: minacce con coltelli e machete, due denunce per usura

Roma, 13 gen. - (Adnkronos) - Due extracomunitari di origine cingalese sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza di Roma al termine di una lunga ed articolata indagine che ha permesso di smascherare un’associazione criminale dedita all’usura. Si tratta di G.M.L. di anni 48 e R.K.S. di anni 47 entrambi residenti a Roma.

L’operazione, durata sei mesi, ha permesso di individuare e smantellare un pericoloso sodalizio criminale dedito all'usura tra le cui fila figuravano, con un ruolo attivo, principalmente soggetti di etnia tamil e cingalese. Il tasso mensile accertato dai finanzieri, da corrispondere a titolo d’interesse all’organizzazione, era pari al 63% per un giro d'affari di oltre 30.000 euro di utili mensili gestito tramite quattro rapporti di conto corrente sottoposti a sequestro. Le Fiamme Gialle del I Gruppo Roma hanno dato avvio alle indagini dopo che una delle vittime ha deciso di sporgere denuncia descrivendo come l'organizzazione criminale, nel giro di pochi mesi, l’avesse spogliata di ogni bene.

Attraverso una mirata attivit di polizia giudiziaria, che ha visto i militari impegnati in appostamenti, pedinamenti, intercettazioni telefoniche ed ambientali, l’operazione ha consentito di individuare altri soggetti vittime del gruppo criminale, composto sia da figure di vertice che gestivano l’attivit di erogazione prestiti, sia da altri soggetti che, sparsi su tutto il territorio della capitale, avevano il compito di riscuotere le somme di denaro corrisposte dalle vittime, anche con minacciandole con coltelli e machete. Circa una cinquantina le vittime individuate, tutte di origine asiatica.

(Asc/Gs/Adnkronos)