Scuola: Masini (pd), insufficienti misure Campidoglio per integrazione
Scuola: Masini (pd), insufficienti misure Campidoglio per integrazione

Roma, 13 gen. - (Adnkronos) - "Constatiamo con preoccupazione e disappunto l’insufficienza delle misure messe in atto dall’amministrazione comunale, anche nel settore scuola, per affrontare l’attuale problema dell’integrazione. Il tanto sbandierato progetto 'Fratelli d’Italia' a supporto dell’integrazione dei ragazzi stranieri nelle scuole si risolve in una serie di interventi, corsi di lingua, mediazione linguistica-culturale, traduzione di materiale informativo, che, messo da parte ogni interesse verso percorsi di interculturalit (men etnici, Intermundia, Tavolo Interreligioso), sembra mirare esclusivamente a una rapida 'italianizzazione' dei bambini stranieri". Lo ha dichiarato in una nota il vice presidente della commissione scuola Paolo Masini.

"Un percorso a senso unico - prosegue Masini - in cui chi 'diverso' se vuole essere accettato deve celermente uniformarsi alla comunit ospitante, in un appiattimento che aumenta il senso di emarginazione di chi fa pi fatica ad adattarsi e che certo non aiuta i nostri giovani a muoversi con disinvoltura in una societ ormai multietnica, sempre pi complessa e nella quale l’educazione interculturale insieme con l’interesse e la curiosit verso ci che diverso costituiscono i migliori antidoti contro tutti i razzismi".

"In un momento cos delicato per l’Italia - continua -, dopo i fatti di Rosarno, chi ha responsabilit di Governo ad ogni livello dovrebbe, in ogni modo, tendere a creare una comunit solidale, a partire dalle nuove generazioni. L’appiattimento, l’ossequioso consenso alla Gelmini attraverso la conferma del tetto massimo in classe del 30% previsto per gli alunni stranieri, in una citt come Roma, che proprio oggi Caritas e Istat fotografano come metropoli sempre pi multi etnica, anacronistico e dannoso". (segue)

(Mpa/Pn/Adnkronos)