Terremoto: 2 nuove scuole per 1000 alunni e studenti de L'Aquila
Terremoto: 2 nuove scuole per 1000 alunni e studenti de L'Aquila
a realizzarle il Consozio Cooperativo Bfc

Roma, 13 gen. (Adnkronos) - Dal 7 gennaio 200 bambini fra due classi materne e otto classi di scuola primaria e 780 studenti dell’Istituto professionale Leonardo Da Vinci tornano a sedersi tra i banchi di due scuole nuove. " un altro contributo per il ritorno alla normalit, per una prospettiva speranzosa verso il futuro. Dopo le macerie dello scorso aprile si torna a studiare in due scuole vere", dichiara con soddisfazione Massimo Stronati presidente di Federlavoro e Servizi – Confcooperative per i lavori ultimati dal consorzio Bfc – Building & Facillity Cooper – che si aggiudicato l’appalto per la costruzione della scuola d’infanzia e primaria Circolo Galilei e dell’Istituto professionale statale per l'industria, l'artigianato e i servizi alberghieri Leonardo da Vinci.

"Sono molto orgoglioso – dice – che il Consorzio Bfc, struttura appositamente promossa da Federlavoro e Servizi – Confcooperative per partecipare al progetto di ricostruzione dell’Abruzzo, sia riuscito a realizzare e consegnare le due scuole nei tempi previsti dal bando aggiudicatosi lo scorso 31 agosto".

"Non stato facile – evidenzia Stronati – ma grazie allo sforzo del Consorzio i 1.000 alunni de L’Aquila oggi possono frequentare due scuole nuove, sicure, funzionali e, perch no, anche belle. Eravamo convinti fin dall’inizio delle competenze tecniche che avremmo messo in campo grazie al know how maturato da alcune nostre cooperative in situazioni analoghe, come nel recupero del patrimonio artistico di Assisi e di altri beni monumentali. Un altro importante risultato del grande impegno di Confcooperative nel ridare agli abitanti di questo territorio, attraverso la cooperazione, la possibilit di tornare a una vita il pi possibile normale. Vorrei ringraziare – conclude infine – tutti quelli che hanno creduto e lavorato per Bfc: dai presidenti delle cooperative e dei consorzi, ai tecnici, ai progettisti e alle maestranze".

(Sec/Col/Adnkronos)