Letteratura: e' morto Takumi Shibano, il padre della fantascienza giapponese
Letteratura: e' morto Takumi Shibano, il padre della fantascienza giapponese
aveva 83 anni, nel 1957 creo' leggendaria fanzine e popolo' di robot suoi romanzi

Tokyo, 19 gen. - (Adnkronos) - Lo scrittore e traduttore Takumi Shibano, considerato il padre della fantascienza giapponese, e' morto all'eta' di 83 anni in seguito alle complicazioni di una polmonite. Celebre studioso delle opere di fantascienza internazionale, a cui ha dedicato libri e numerosi articoli, Shibano e' stato il pioniere del ''fandom'' (il mondo degli appassionati) della Sci-Fiction nipponica. E' stato, infatti, uno degli artefici del grande sviluppo di questo genere di letteratura nel paese del Sol Levante, creando nel 1957 l'influente fanzine ''Uchujin'', il cui ultimo fascicolo, il numero 202, e' apparso nel 2009. Shibano ha popolato la narrativa di genere giapponese di robot, di stravaganti mostri celesti e di infernali macchine tecnologiche, alimentando con i suoi racconti negli anni Settanta la fiorente industria dei cartoni animati di Tokyo e Kyoto.

Agli inizi della carriera Shibano ha pubblicato i suoi romanzi con lo pseudonimo di Kozumi Rei, poi e' tornato al suo vero nome. Tra i suoi libri spiccano ''Superhuman Plus X'' (1969), ''Operazione Moonjet'' (1969) e ''Rivolta nella citta' del Polo Nord'' (1977). Shibano ha tradotto circa una sessantina di volumi in giapponese, comprese le opere di Isaac Asimov, Arthur C. Clarke e Larry Niven. L'autore giapponese ha ricevuto numerosi riconoscimenti per la sua instancabile attivita', soprattutto da parte delle associazioni americane di fantascienza. Nel 1962 ideo' la prima convention nazionale giapponese degli amanti di Sci-Fiction e dal 1968 e' stato un ospite abituale del Worldcon, la convention internazionale dei fans di fantascienza.

(Sin-Pam/Gs/Adnkronos)