Gb: Guardian, azienda italiana accusata di sottopagare operai
Gb: Guardian, azienda italiana accusata di sottopagare operai
retribuzioni al di sotto del minimo garantito da accordo sindacato-industria

Londra, 19 gen. - (Adnkronos) - Un'azienda italiana accusata nel Regno Unito di retribuzioni al di sotto del minimo garantito dall'accordo tra sindacato e industria britannici. Si tratta della CMN, riferisce il quotidiano 'Guardian', azienda titolare di un subappalto nella costruzione della nuova centrale elettrica Alstom di Stayhorpe, nelle Midlands orientali.

Il quotidiano ricorda le proteste andate avanti per mesi lo scorso anno contro l'utilizzo di manodopera straniera nella raffineria Lindsey nel Lincolnshire e la promessa fatta dal primo ministro Gordon Brown ai sindacati di "operai britannici per posti di lavoro nel Regno Unito".

Stando al quotidiano che cita una verifica effettuata per conto dei sindacati, tra aprile e dicembre dello scorso anno una media di 17 operai al mese ha ricevuto una retribuzione mediamente inferiore di 1.300 euro rispetto al salario previsto dall'accordo. Il sindacato Unite, si legge, teme che non si tratti di un caso isolato e che altre ditte ignorino il patto sui salari. A pieno ritmo nel sito di Stayhorpe lavorano fino a 2 mila operai, molti dei quali dipendenti da aziente subappaltatrici e provenienti da oltremare.

(Ses/Pn/Adnkronos)