Gb: aiuto' la figlia malata a morire, mamma processata per tentato omicidio
Gb: aiuto' la figlia malata a morire, mamma processata per tentato omicidio
La donna ha aiutato la figlia malata di sclerosi multipla a suicidarsi

Londra, 19 gen. - (Adnkronos) - E' iniziato oggi il processo ad una donna inglese che avrebbe aiutato sua figlia a suicidarsi. Bridget Kathleen Gilderdale, ha confessato di aver utilizzato della morfina e degli altri medicinali per aiutare sua figlia, Lynn Gilderdale, 31 anni, ad uccidersi. La Gilderdale si tuttavia dichiarata innocente per quanto riguarda l'accusa per cui sotto processo: tentato omicidio.

Lynn, affetta da sclerosi multipla da quando aveva 14 anni, non riusciva pi ad uscire dal letto n ad alimentarsi autonomamente. Per questo motivo aveva manifestato il desiderio di morire gi dal 2005, dopo un'operazione chirurgica andata male. La ricostruzione dei fatti avvenuta durante il processo ha mostrato come, nel dicembre 2008, Lynn aveva cercato invano di uccidersi iniettandosi da sola una dose eccessiva di morfina. Per questo aveva chiesto aiuto alla madre, che dopo aver tentato di dissuadere la figlia per circa un'ora, aveva ceduto alla sua determinazione e l'aveva aiutata. (segue)

(Cau/Pn/Adnkronos)