Haiti: W. Post, a Leogane disperazione e paura di essere stati dimenticati
Haiti: W. Post, a Leogane disperazione e paura di essere stati dimenticati

Port-au-Prince, 19 gen. - (Adnkronos/Washington Post) - A Leogane, il piccolo centro ad ovest di Port-au-Prince distrutto dal terremoto, la gente ha paura di essere stata dimenticata dal governo centrale, impegnato a gestire la catastrofe nella capitale. Gli aiuti sono iniziati ad arrivare da poco in questa cittadina, uno dei centri di provincia dove si ritiene che i danni siano stati superiori di Port-au-Prince. Il 90 per cento delle strutture della citta' ha subito danni gravi o e' andato distrutto e tutti hanno perso qualcuno nel terremoto. Nel cuore della cittadina, e' crollata la scuola, la Sainte Rose de Lima, uccidendo - secondo gli abitanti - non meno di 500 persone tra preti, suore, studenti.

I primi team medici internazionali sono iniziati ad arrivare alcuni giorni dopo il sisma ed immediatamente si sono trovati con un numero di casi di feriti gravi ingestibile. Domenica e' arrivato un team di Medici Senza Frontiere, squadre di chirurgi argentini e giapponesi sono arrivati ieri. Pete Buth, di MSF, ha detto di aver trovato i feriti in pessime condizioni: nessuno si era occupato di loro dal terremoto. (segue)

(Ses/Pn/Adnkronos)