Iran: i Khomeini negano moschea Jamaran per anniversario rivoluzione
Iran: i Khomeini negano moschea Jamaran per anniversario rivoluzione

Teheran, 19 gen. - (Adnkronos/Aki) - La famiglia del fondatore della Repubblica islamica, l'ayatollah Ruhollah Khomeini, ha chiuso la storica moschea di Jamaran, situata vicino all'abitazione di Khomeini nel nord di Teheran. Lo riferisce oggi il sito riformista 'Rahesabz', spiegando che, su ordine di Seyyed Hassan Khomeini, nipote dello scomparso ayatollah, la moschea di Jamaran stata chiusa al pubblico e non sar disponibile a ospitare alcuna cerimonia celebrativa riguardante il trentunesimo anniversario della rivoluzione islamica nel mese di febbraio.

La decisione stata presa in seguito all'attacco delle milizie filogovernative alla moschea di Jamaran nel nono giorno del mese sacro di Moharram (26 dicembre scorso), quando l'ex presidente Seyyed Mohammad Khatami stava tenendo un discorso sul martirio dell'Imam Hossein (terzo imam degli sciiti). L'assalto alla moschea di Khomeini ha suscitato la reazione e la critica di diverse fazioni politiche all'interno della repubblica islamica, che hanno unanimemente condannato le milizie filogovernative. La moschea di Jamaran il luogo in cui l'ayatollah Khomeini, dopo la rivoluzione islamica, teneva i suoi discorsi pi importanti rivolti ai fedeli, pertanto ha un forte valore simbolico per chi rimasto fedele ai principi della rivoluzione islamica del 1979.

Il nipote dell'ayatollah Khomeini, Seyyed Hassan, sostiene il fronte riformista iraniano, guidato da Mir Hossein Mousavi e Mehdi Karroubi, e in diverse occasioni ha criticato il governo del presidente Mahmoud Ahmadinejad.

(Nat/Ct/Adnkronos)