Ue: smacco per Barroso, con dimissioni Jeleva slitta nuova commissione/ Riepilogo (2)
Ue: smacco per Barroso, con dimissioni Jeleva slitta nuova commissione/ Riepilogo (2)

(Adnkronos/Aki) - Non a caso, il comunicato di Barroso diramato a Bruxelles secchissimo. Il presidente, si legge "rispetta a pieno questa decisione personale". Per il resto, il portoghese si limita a esprimere "compiacimento per la rapida reazione del governo bulgaro". Il riferimento alla 'fulminea' nomina del nuovo commissario candidato, che in effetti appare ben pi qualificato per guidare il portafoglio degli Aiuti Umanitari: l'economista Kristalina Georgieva, 56 anni, dal 1993 nella Banca Mondiale della quale vicepresidente dal 2008. Per il resto, ha detto un portavoce di Barroso a Bruxelles, "il presidente non n contrariato n sollevato dall'accaduto, semplicemente ci tiene a che siano rispettate le regole della procedura".

La nomina di una nuova candidata allunga inevitabilmente i tempi per Bruxelles, visto che la Georgieva dovr incontrare anzitutto lo stesso Barroso (forse gi dopodomani), che dovr dare il suo beneplacito formale. E poi, soprattutto, avere il tempo per prepararsi alla sua audizione e rispondere anche al questionario scritto che le invieranno gli europarlamentari. Cos il presidente del Parlamento Europeo Jerzy Buzek a Strasburgo ha annunciato che "il 3 febbraio ci sar una nuova audizione e poi voteremo sulla nuova Commissione il 9", due giorni prima del summit straordinario Ue.

Il Ppe, cui appartiene Jeleva, si mostrato irritato. "E' stata vittima di una guerra meschina" ha commentato il capogruppo del Ppe Joseph Daul. "I nostri avversari politici - ha aggiunto a Strasburgo, - hanno sparato contro la signora Jeleva senza scrupoli, l'hanno accusata senza prove e, comprendendo che i loro attacchi personali non avevano fondamento, hanno messo in discussione la sua competenza". (segue)

(Gdr/Zn/Adnkronos)