Usa: inchiesta interna dip. giustizia evidenzia violazioni da parte dell'Fbi (2)
Usa: inchiesta interna dip. giustizia evidenzia violazioni da parte dell'Fbi (2)

(Adnkronos) - Prima dell'11/9, l'Fbi raccoglieva i dati sulle telefonate con una mandato del 'grand jury' o attraverso uno strumento noto come lettera di sicurezza nazionale che veniva formalizzata in casi di terrorismo o spionaggio e firmata da funzionari di alto livello del quartier generale e aveva lo stesso valore di una citazione giudiziaria.

Il Patriot Act varato nell'ottobre del 2001, dopo gli attentati contro New York e Washington ha esteso l'impiego delle 'lettere' autorizzando anche funzionari di livello piu' basso, anche delle sedi periferiche del 'bureau' a firmale ed estendendo i casi in era possibile emetterle, comunque sempre sulla base di una inchiesta per terrorismo in corso.

La legge venne bypassata da una procedura interna, messa a punto negli uffici di New York, nota come 'lettera per circostanze di emergenza', ovvero l'autorizzazione informale ad avviare la richiesta per i tabulati telefonici che sarebbe stata solo in un secondo momento autorizzata da una lettera formale. La procedura era stata autorizzata con una mail dall'assistente direttore per l'anti terrorismo, Larry Mefford, il sei gennaio del 2003.

Successivamente, un secondo metodo era stato messo a punto, quello delle lettere che coprivano tutte le richieste passate, come quella firmata nel novembre del 2006 dall'allora assistente del direttore per l'anti terrorismo, Joseph Billy, una delle undici denunciate dalle fonti interne del 'Bureau' citate dal Washington Post.

(Ses/Ct/Adnkronos)