Anno giudiziario: Ferranti (Pd), riforma per tutti no ad personam
Anno giudiziario: Ferranti (Pd), riforma per tutti no ad personam
da Alfano nessuna novita' e solita autocelebrazione

Roma, 29 gen. - (Adnkronos) - “Indicazioni equilibrate e di buon senso di cui la politica deve necessariamente tener conto per arrivare ad una riforma organica della giustizia nell’interesse di tutti i cittadini”. Sono le parole con cui la capogruppo del Pd in commissione Giustizia alla Camera, Donatella Ferranti, commenta la cerimonia di apertura dell'anno giudiziario. “Il presidente Carbone –sottolinea Ferranti- ha saputo fare una sintesi delle difficolt dell’attivit della magistratura,ma anche della sua capacit di aver saputo fino ad oggi far fronte, con le sole risorse interne, alle carenze di organico, di mezzi e di risorse economiche".

"Molto importanti inoltre i dati forniti da Carbone che dimostrano come, a fronte di un crescente carico di domanda di giustizia, il nostro paese continui a mantenere uno degli indici di produttivit tra i pi alti d’Europa. Quella di Mancino- afferma - stata una relazione molto equilibrata, oggettiva e coraggiosa che ha saputo evidenziare, con dati alla mano, il rigore del Csm nel censurare i comportamenti scorretti dei magistrati e il suo ruolo, necessario e costruttivo, di interlocuzione per le riforme la cui ultima parola spetta al parlamento".

"Dal ministro Alfano – conclude Ferranti – la solita autocelebrazione dell’operato dell’esecutivo ma nessuna novit sul piano delle riforme organiche a favore di tutti i cittadini n ripensamenti sulla strategia dei piccoli passi e delle leggi ad personam”.

(Pol/Pn/Adnkronos)