Sardegna: Ben Amara (Comunisti), assenze dovute a significato politico opposizione
Sardegna: Ben Amara (Comunisti), assenze dovute a significato politico opposizione

Cagliari, 29 gen. – (Adnkronos) – “In relazione alle assenze dei consiglieri dalle sedute in aula e dalle votazioni si sottolinea che le ragioni delle stesse hanno una spiegazione ed un significato concernente l’azione politica portata avanti dall’opposizione e dal consigliere”. Lo afferma il consigliere regionale della Sardegna Radhouan Ben Amara (Comunisti – Sinistra sarda – Rossomori), a proposito delle assenze dei consiglieri fatte pubblicare dalla presidente Claudia Lombardo sul sito web del Consiglio regionale.

“L’assenza dall’aula – spiega Ben Amara - dovuta alla strategia di far mancare il numero legale al fine di ostacolare l’approvazione di leggi non condivise. Talvolta le assenze trovano ragion d’essere in motivi di salute, in impegni per i lavori in commissione, ovvero nello svolgimento di attivit di documentazione e studio in merito ai punti messi in discussione all’ordine del giorno. Inoltre, il fatto che il consigliere non voti non significa che sia assente dall’aula: l’astensione dal voto viene attuata quando non si condividono pienamente le argomentazioni dell’uno e dell’altro schieramento e si ritiene opportuno non esprimersi. Peraltro la mia attivit di consigliere - afferma Ben Amara -, viene svolta contestualmente all’attivit di professore universitario a titolo gratuito. Attivit che viene portata avanti per non abbandonare gli studenti che hanno iniziato un percorso di lavoro sulla tesi e di preparazione agli esami prima dell’assunzione del ruolo istituzionale”.

“Peraltro – prosegue il consigliere dei Comunisti - sulla base dei documenti ufficiali a disposizione in Consiglio risulta che dal’inizio della legislatura ho saltato cinque assenze reali. Sarebbe opportuno che si rendessero pubblici non soltanto i dati relativi alle votazioni, ma anche quelli relativi alle presenze reali in aula. La polemica sollevata in questi giorni sull’assenteismo dei consiglieri – conclude Ben Amara - una mossa orchestrata dalla Presidente del Consiglio con altro corpo intruso allo scopo di colpire le persone sempre presenti e far passare per stacanovisti i consiglieri del proprio schieramento di appartenenza”.

(Coe/Opr/Adnkronos)