Sanremo: Jennifer Lopez illumina la serata dei duetti
Archivio . AdnAgenzia . 2010 . 02 . 19
SPETTACOLO
Sanremo: Jennifer Lopez illumina la serata dei duetti

Sanremo, 19 feb. (Adnkronos) - Jennifer Lopez illumina la quarta serata del festival dedicata ai duetti della categoria Artisti. La gara, che si concludera' con l'esclusione di due artisti, inizia con la canzone piu amata dalla critica di questo festival, 'Ricomincio da qui' di Malika Ayane che arricchisce la sua performance con una coreografia dell'etoile Sabrina Brazzo accompagnata dal corpo di ballo della Scala. Il secondo ad esibirsi e' Simone Cristicchi con il coro dei minatori di Santa Fiora. Poi Irene Grandi che convince nel duetto con l'attore Marco Cocci, che e' anche il frontman della band Malfunk. E si sente. Segue la seconda Irene del festival con i Nomadi e per l'occasione anche con Mousse T e Suzie.

E' il turno di Marco Mengoni con la Solis String Orchestra in 'Credimi ancora'. Il blocco dei primi sei artisti in gara si conclude con il controverso trio Pupo-Emanuale Filiberto-Luca Canonici che oltre alle soprano Divas ha chiamato come guest star il ct della Nazionale Marcello Lippi. E a sorpresa, nella serata decisiva, Pupo cambia il testo nella sua parte piu' discussa, quella che ricordava l'esilio di Emanuele Filiberto, che sparisce per diventare una celebrazione della vittoria dell'Italia ai Mondiali del 2006. Ma non questo non basta per evitare i fischi di parte della platea.

Poco dopo le 22 entra in scena la superstar della serata Jennifer Lopez che esegue 'What is love' accompagnata da un gruppo di ballerini con cui esegue la coreografia del pezzo. E nell'intervista con la Clerici confessa subito dopo che e' proprio il ballo a tenerla in forma. "E' vero che le sue gambe e il suo sedere sono assicurati per una cifra esorbitante?", chiede la Clerici. "No -risponde Jennifer- e' una voce che e' girata ma e' senza fondamento". L'attrice e cantante parla del suo ruolo di mamma dei due gemelli nati due anni fa, del suo amore per la famiglia e del fatto che finora e' riuscita sempre a conciliare anche i momenti piu' intensi di lavoro con il tempo da dedicare ai figlie al marito. "Hai rimpianti?", chiede Antonella. "Veramente no. Mi piace quello che faccio. Certo, come tutti, di errori ne ho fatti. Ma sono orgogliosa di quello che ho fatto e sono stata molto fortunata", dice prima di dare appuntamento al pubblico per il suo secondo intervento.

Parte il secondo blocco di sei Aristi in gara: inizia il favoritissimo Valerio Scanu con Alessandra Amoroso, prosegue Arisa (per la prima volta senza occhiali) che offre una piacevolissima versione di 'Malamoreno'' con la Lino Patruno Jazz Band, poi Enrico Ruggeri, che invece gli occhiali bianchi se li rimette dopo tanti anni per esibirsi con la sua ex band, i Decibel. E ancora: Noemi (che entra in scena con un cerchietto da cui sporgono due piccole corna argentate) con i Kataklo', Fabrizio Moro con Jarabe De Palo e Dj Jad e infine Povia con Marco Masini e la baby ballerina Bettina Bernardi. (segue)

(Nex/Opr/Adnkronos)