Federalismo: cedolare al 25% 'facoltativa', al 20% per contratti concordati (2)
Federalismo: cedolare al 25% 'facoltativa', al 20% per contratti concordati (2)

(Adnkronos) - L'imposta municipale propria, in caso di trasferimento, si spiega nella bozza, '' dovuta per gli atti traslativi tra vivi, a titolo oneroso o gratuito, della propriet di beni immobili in genere e per gli atti traslativi o costitutivi di diritti reali immobiliari di godimento, compresi la rinuncia pura e semplice agli stessi, nonch per i provvedimenti di espropriazione per pubblica utilit e per i trasferimenti coattivi''. L'Imp che si applica in via ordinaria '' abbattuta dal 10 per cento complessivo, previsto dalla vigente normativa in materia di imposte di registro, ipotecaria e catastale, al 7 per cento".

L'aliquota ulteriormente abbattuta dal 3 per cento complessivo, in materia di imposte di registro, ipotecaria e catastale, al 2 per cento nei seguenti casi: abbattuta dal 10% complessivo, previsto dalla vigente normativa in materia di imposte di registro, ipotecaria e catastale, al 7 per cento. In caso di trasferimento per cause di decesso l'imposta si applica nella misura fissa di 1 .000 euro mentre per tutti gli altri casi non pu essere inferiore a 1.000 euro.

L'imposta municipale facoltativa potr essere introdotta a partire dal 2014 e non riguarder gli immobili ad uso abitativo. Anche in questo caso potranno essere avviate delle consultazioni popolari sull'imposta che potr sostituire una o pi delle seguenti forme di prelievo: la tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche, il canone di occupazione di spazi ed aree pubbliche, l'imposta comunale sulla pubblicit e i diritti sulle pubbliche affissioni, il canone per l'autorizzazione all'installazione dei mezzi pubblicitari, l'addizionale per l'integrazione dei bilanci degli enti comunali di assistenza . (segue)

(Sim/Col/Adnkronos)