Borsa: piazza Affari chiude debole, flettono bancari
Borsa: piazza Affari chiude debole, flettono bancari

Milano, 4 ago. (Adnkronos) - Piazza Affari, negativa per gran parte della giornata, chiude la seduta con gli indici guida in calo frazionale, in coda alle principali Borse europee in tandem con Londra. Le altre piazze del Vecchio Continente archiviano la giornata con leggeri guadagni, grazie alla spinta di Wall street, dove il Dow Jones si mantiene in territorio positivo grazie a due dati macro migliori delle aspettative, l'indice Ism non manifatturiero a luglio e la stima dell'occupazione non agricola fornita dall'Adp Employment Report, salita a luglio di 42mila unit rispetto a giugno.

L'attenzione resta concentrata sulle richieste di sussidi di disoccupazione al 31 luglio, attesi domani pomeriggio, e sul tasso di disoccupazione a luglio e sulla variazione degli occupati non agricoli a luglio, entrambi in agenda per venerd. In piazza Affari Ftse Mib 21.466,44 (-0,15%) e All Share 21.914,08 (-0,07%). Volumi in crescita, con scambi per un controvalore di 2,81 mld di euro, contro i 2,50 mld della vigilia. Negativa Londra, con il Ftse 100 a 5.386,16 (-0,19%). Bene lo Smi di Zurigo (6.380,30, +0,67%). Dax 6.331,33 (+0,37%), Cac 3.760,72 (+0,35%), Psi 20 7.569,03 (+0,50%), Aex 339,20 (+0,06%).

A Milano flettono in particolare i bancari, con Unicredit maglia nera del paniere a 2,12 euro (-2,75%), per via di alcuni report sfavorevoli in seguito ai conti del secondo trimestre, sotto le attese. Volumi nettamente superiori alla media di seduta, con 513 mln di pezzi passati di mano. L'indice di settore italiano, Ftse Italia All Share Banks, cede l'1,77%. Le banche estere si muovono miste: SocGen, che oggi ha diffuso i dati semestrali, chiude a +0,68% a 45,7050 euro, mentre Standard Chartered, malgrado utili in crescita nel semestre, cede il 4,95% a Londra a causa di timori sul prosieguo dell'esercizio. (segue)

(Tog/Ct/Adnkronos)