Immigrati: Pordenone, conclusa positivamente sperimentazione piano territoriale
Immigrati: Pordenone, conclusa positivamente sperimentazione piano territoriale

Pordenone, 4 ago. - (Adnkronos/Labitalia) - Si conclusa a fine luglio la sperimentazione sul territorio pordenonese dei provvedimenti contenuti nelle linee guida per l'immigrazione promosse dalla Giunta Provinciale nel settembre del 2009. Il 'Piano territoriale per l'immigrazione' redatto dalla Provincia ha seguito un iter di sperimentazione che ha ricevuto i consensi sia dei sindaci sia dagli stessi immigrati. "Non pi mediazione tra culture e sistemi sociali -dice l'assessore provinciale all'Immigrazione Eligio Grizzo- ma facilitazioni concrete rivolte ad ogni immigrato che sia regolare, abbia un lavoro e dimostri di condividere ed accettare costumi e comportamenti della nostra gente".

"L'immigrazione un fenomeno complesso che va governato con intelligenza – sottolinea il presidente della Provincia Alessandro Ciriani – non tutto bianco o tutto nero, tutto buono o tutto cattivo. Certo che il piano ha seguito alcuni principi insindacabili, per promuovere un tipo di integrazione basata sul rispetto delle leggi e delle regole civili che tutti noi seguiamo quotidianamente. Per questo nessun aiuto stato dato o verr dato a chi clandestino o non rispetta le leggi".

Tra settembre 2009 e luglio 2010, 200 stranieri sono stati impiegati in lavori di pubblica utilit, in particolare nella manutenzione di 100 chilometri di strade in 23 comuni prevalentemente di montagna. "Questo per garantire un lavoro come strumento di autonomia e per contribuire alla crescita della comunit – sottolinea Ciriani – perci abbiamo investito in questo progetto risorse importanti che si affiancano a quelle gi investite per le famiglie, le imprese e i lavoratori". I 200 immigrati hanno svolto lavori part time della durata di tre mesi, retribuiti con voucher di 450 euro lordi, dai quali vengono detratte le tasse Inps. A guidare le squadre di lavoro c'erano 30 italiani, anch'essi disoccupati, con mansioni di 'facilitatori', coordinatori e accompagnatori linguistici e topografici.

(Lab/Ct/Adnkronos)