Puglia: manovra anticrisi Regione, 10 mln a pmi per aggregazione e innovazione (2)
Puglia: manovra anticrisi Regione, 10 mln a pmi per aggregazione e innovazione (2)
Insieme si riesce a dotarsi di servizi e ad abbattere i costi

(adnkronos) - Le aziende potranno riunirsi perche' ritengono di avere le stesse esigenze sotto il profilo delle nuove tecnologie e dunque presentano un progetto con spese massime ammissibili fino ad 1 milione di euro per le quali possono ricevere un contributo che puo' raggiungere i 500mila euro. Da sola difficilmente una piccola impresa potrebbe permettersi tecnologie infotelematiche di questo valore. Allo stesso tempo la Regione non elargira' il beneficio ad una sola azienda, ma moltiplichera' almeno per cinque di esse lo stesso aiuto.

In concreto le imprese potranno adottare soluzioni infotelematiche in cinque aree: produzione, logistica, marketing, organizzazione e risorse umane. Oggi se una piccola impresa vuole avere relazioni commerciali con una grande industria, si trova di fronte ad un meccanismo completamente informatizzato. La trasmissione degli ordini e la tracciabilita' delle commesse, ad esempio, e' infotelematica, dunque la piccola impresa deve essere attrezzata con gli stessi strumenti, trovando soluzioni da condividere con le altre aziende del gruppo. Soluzioni come software condivisi, pacchetti per la formazione a distanza utilizzabili da tutti, un unico portale.

L’impresa e' incentivata tuttavia non tanto a comprare la licenza quanto il servizio. Questa formula si chiama tecnicamente 'Software as a Service' e consiste nell’acquistare soluzioni di servizio abbattendo i costi e riducendo allo stesso tempo l’obsolescenza delle tecnologie aziendali. Si tratta di una necessita' ormai inderogabile: sui mercati extraregionali e' diventato indispensabile avere una infrastruttura infotelematica. E mentre le piccole e medie imprese destinatarie dell’incentivo potranno acquistarle, dall’altra parte le aziende informatiche dovranno attivarsi per fornire le soluzioni piu' innovative, qualificando l’offerta. Con lo stesso bando sono intercettate domanda e offerta. (segue)

(Pas/Ct/Adnkronos)