Puglia: manovra anticrisi Regione, 10 mln a pmi per aggregazione e innovazione (3)
Puglia: manovra anticrisi Regione, 10 mln a pmi per aggregazione e innovazione (3)
Vicepresidente Capone, risposta a chi ci accusa di interventi a pioggia

(Adnkronos) - Un aspetto, questo, che la vice presidente della Regione Puglia e assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone non manca di sottolineare. ''Questo intervento – spiega – non lascia nulla al caso. E' stato costruito sulla base delle esigenze emerse dai programmi di sviluppo dei Distretti Produttivi. Esaminandoli ci siamo resi conto che le imprese vogliono crescere sotto il profilo infotelematico. Dunque ci siamo attivati per tradurre tempestivamente infatti le esigenze, creando un incentivo dall’effetto moltiplicatore".

"E' la risposta piu' valida - sostiene Capone - a chi ci accusa di sprechi o di interventi a pioggia. Di fronte ad un Governo nazionale che ormai a cadenza quasi quotidiana non manca di colpire la Puglia tagliando le risorse ai suoi cittadini, noi rispondiamo continuando a lavorare per il bene del territorio e delle imprese. Per questo dico orgogliosamente che in neanche due anni, abbiamo attivato ben 17 bandi e messo in campo risorse pubbliche per 770milioni di euro, premiando ricerca, innovazione, internazionalizzazione e competitivita'. Questa e' la strada che intendiamo continuare a percorrere a dispetto di chi non fa altro che denigrare l’immagine della Puglia''.

Il bando 'Aiuti alla diffusione delle tecnologie dell’informazione e comunicazione nelle reti di Pmi', e' aperto dal 15 settembre al 29 ottobre 2010. L’incentivo riguarda potenzialmente un numero di imprese che si aggira attorno alle 225mila, circa il 66% del totale delle imprese attive in Puglia (sono escluse le aziende che si occupano di agricoltura e allevamento, costruzione navale, industria carboniera, siderurgia, fibre sintetiche e turismo). Mentre le imprese chiamate a fornire i servizi infotelematici sono oltre 4.000 e contano piu' di 12.000 addetti. Nel 2009 hanno dimostrato una buona capacita' di penetrazione dei mercati internazionali. Diversi i comparti in cui hanno realizzato interessanti risultati nelle esportazioni con un fatturato di oltre 44 milioni di euro.

(Pas/Ct/Adnkronos)