Puglia: manovra anticrisi Regione, 10 mln a pmi per aggregazione e innovazione
Puglia: manovra anticrisi Regione, 10 mln a pmi per aggregazione e innovazione
Agevolazioni per imprese in rete che investono in nuove tecnologie

Bari, 4 ago. (Adnkronos) - Dieci milioni di euro sono stati destinati dalla Regione Puglia a quelle piccole e medie imprese che faranno gruppo e progetteranno insieme l’innovazione dei loro processi aziendali attraverso le Tecnologie dell’Informazione e Comunicazione a servizio della competitivita' e dell’uscita dalla crisi economica. Lo prevede un nuovo bando regionale, il diciassettesimo della manovra anticrisi.

Le pmi della Puglia potranno acquistare computer, software, licenze d’uso, servizi di consulenza specialistica. Non conta tanto il volume dell risorse quanto lo scopo di generare innovazione nella produzione, nella commercializzazione, nella distribuzione e persino nella formazione dei lavoratori. Le imprese devono, pero', riunirsi attraverso forme aggregative come i contratti di rete, le Associazioni Temporanee di Imprese, i consorzi e le societa' consortili.

Il raggruppamento e' l’elemento chiave del nuovo bando e allo stesso tempo rappresenta la grande novita'. Se in passato questo tipo di incentivo si rivolgeva alle singole imprese o al massimo alle associazioni di categoria, adesso la Regione sceglie di aiutare le aziende che insieme fanno un passo avanti verso l’innovazione. Una strategia fortemente anticiclica. Per questioni di budget, le imprese non hanno piu' risorse per investire in nuove tecnologie e dunque hanno bisogno di servizi in toto. Questo incentivo permette di innovare anche sotto il profilo dell’organizzazione aziendale, ammortizzando i costi tra le imprese del raggruppamento, che non possono essere meno di cinque. (segue)

(Pas/Ct/Adnkronos)