Ricerca: in arrivo nuovo taglio a Ispra, rischio chiusura per attivita' in mare
Ricerca: in arrivo nuovo taglio a Ispra, rischio chiusura per attivita' in mare

Roma, 4 ago. - (Adnkronos) - ''Arriva un altro maxi taglio all’Ispra, l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, e stavolta rischiano di chiudere quasi tutte le attivit di ricerca e controllo in mare, insieme ad altri progetti dell’Istituto. La decisione di tagliare ben 24 milioni di euro a causa di un assestamento di bilancio, di cui 5,5 mln solo ai progetti in mare, si legge in una nota, e' stata comunicata nei giorni scorsi dalla struttura commissariale Ispra, in carica ormai da pi di due anni, ai capi dipartimento dell’ente, e potrebbe paralizzare da subito, ad esempio, le attivit di monitoraggio sulle piattaforme petrolifere in adriatico''. A suonare il campanello d'allarme sono i precari dell'Istituto in un comunicato,

Il taglio, rilevano, ''dovrebbe servire a ripianare un bilancio in rosso, per sanare il quale basterebbe per, come denunciato con forza gi in passato dai ricercatori, che il Mef restituisca i 14 milioni di euro di fondi arretrati per cui l’Ispra in credito, o che si trovi la maniera di utilizzare i 22,5 milioni che l’Istituto ha gi su un conto corrente, assegnati in passato per l’adeguamento delle sedi ex Icram''.

''E’ paradossale -sottolineano- che si rischi di far saltare tutte le attivit in mare dell’Ispra, mandando a casa molti ricercatori precari, mentre l’Istituto avrebbe i fondi per andare avanti e anzi potenziare organico e progetti, come del resto ci si era impegnati a fare col protocollo d’intesa siglato a gennaio da ministero, Ispra e sindacati, dopo la lotta dei lavoratori sul tetto''. (segue)

(Sec/Ct/Adnkronos)