Spiagge: Sib, stabilimenti soffrono, -1 mln di turisti e calano i consumi
Spiagge: Sib, stabilimenti soffrono, -1 mln di turisti e calano i consumi

Roma, 4 ago. - (Adnkronos) - Segnale negativo per il turismo balneare nei primi due mesi della stagione estiva 2010 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ad evidenziarlo e' il Sib, il Sindacato Italiano Balneari che associa circa 10.000 imprese e aderisce alla Fipe-Confcommercio. ''Negli stabilimenti balneari -afferma il presidente Riccardo Borgo- abbiamo registrato un forte decremento di presenze, circa 1 milione di turisti, e, soprattutto, di consumi''. Solo le localit a ridosso dei grandi centri urbani hanno tenuto, i turisti, infatti, hanno preferito i litorali vicino ai luoghi di residenza. Giugno peggio di luglio a causa del maltempo nelle prime settimane.

Per quanto riguarda i turisti stranieri riscontriamo un maggiore flusso di quelli provenienti dai Paesi dell’Est: Russi e Polacchi in testa, ma anche Austriaci, Inglesi, Spagnoli, Svedesi, Norvegesi e Cinesi, in calo Francesi, Tedeschi e Giapponesi, timido ritorno degli Americani. Anche i consumi in spiaggia, poi, seguono il trend negativo, continua Borgo, ''complice la situazione economica complessiva e la capacit di spesa delle famiglie italiane che negli ultimi anni si ridotta fino al 25%. Non mi sento di azzardare previsioni per il mese di agosto, come sempre le condizioni atmosferiche saranno decisive, particolarmente nelle ultime due settimane del mese, spesso determinanti per l’esito della stagione, anche se sar molto difficile recuperare un andamento iniziale negativo''.

Il comparto balneare, 30.000 aziende e 600.000 addetti, rileva ancora Borgo, '' uno degli assi portanti del turismo italiano la politica degli imprenditori da anni rivolta a riqualificare e migliorare le proprie strutture con una grande attenzione alla qualit ed alla difesa dell’ambiente''. (segue)

(Sec-Eca/Col/Adnkronos)