Tirrenia: Caronia (Uilt), ora Berlusconi ci convochi a P. Chigi
Tirrenia: Caronia (Uilt), ora Berlusconi ci convochi a P. Chigi

Roma, 4 ago. (Adnkronos) - "Esprimo grande preoccupazione per la decisione di Fintecna, che ha considerato chiusa senza esito la procedura di dismissione di Tirrenia e Siremar. Il Governo e la stessa Fintecna dovranno ora necessariamente prendere coscienza che la gara, cos come bandita, stata un grande pasticcio e non poteva che avere l’esito che ha avuto". E' quanto afferma il segretario Generale della Uilt Giuseppe Caronia.

"Se la decisione, se pur tardivamente assunta da Fintecna, fosse il preludio ad un nuovo bando con gare separate per ogni singola azienda, allora salutiamo con favore questa decisione . Se al contrario fosse, come per altro abbiamo sospettato, il finale gi scritto di una farsa a danno dei lavoratori e dell’utenza, e l’anticamera dello “spezzatino” preannunciato dal vice ministro all’Economia Vegas , e cio la messa a gara delle singole rotte oggi in convenzione , le reazioni dei lavoratori sarebbero immediate con il rischio che i collegamenti nella stagione estiva verrebbero gravemente pregiudicat", aggiunge Caronia.

Il Governo Berlusconi, con lo stesso Premier in prima persona, "ha il dovere di convocare immediatamente a palazzo Chigi le Organizzazioni sindacali per trovare una rapida soluzione ad una vicenda che ormai ha dell’incredibile", conclude.

(Sec/Ct/Adnkronos)