Unicredit: Sileoni (Fabi), prevede 4.700 esuberi in 2011-2013
Unicredit: Sileoni (Fabi), prevede 4.700 esuberi in 2011-2013
Contagiati da effetto Marchionne, sono fuori da concertazione

Milano, 4 ago. - (Adnkronos) - Unicredit prevede di tagliare 4.700 posti di lavoro nel 2011-2013. Lo comunica il segretario generale della Fabi Lando Sileoni, dopo l'incontro di oggi tra l'amministratore delegato di Unicredit Alessandro Profumo e i sindacati, in cui si iniziato il confronto per definire il percorso teso a raggiungere l'obiettivo di tagli del personale previsto nel piano di riorganizzazione noto come Banca Unica, Bancone, Insieme per i clienti o One 4C, mai quantificato dal gruppo.

Per Sileoni Unicredit stata "contagiata" dall'"effetto Marchionne" e "si pone politicamente e contrattualmente fuori da quella concertazione recentemente rivendicata dal nuovo presidente dell’Abi" Giuseppe Mussari. (segue)

(Red-Tog/Pn/Adnkronos)