Bari: sacerdote ucciso, per bracconiere accusa e' omicidio colposo
Bari: sacerdote ucciso, per bracconiere accusa e' omicidio colposo

Bari, 23 ago. - (Adnkronos) - Si procede per omicidio colposo nei confronti di Giovanni Ardino, 51 anni, che ha confessato di aver sparato e ucciso per errore il sacerdote veneto, don Francesco Cassol, 52, ad Altamura (Bari) nella notte tra il 21 e il 22 agosto. E' un operaio, senza precedenti penali. Rischia anche l'accusa di omissione di soccorso mentre e' certa l'aggravante di caccia di frodo perche' l'attivita' venatoria non e' consentita nel Parco dell'Alta Murgia.

La Procura sta valutando la sua posizione ma formalmente non ha adottato ancora alcun provvedimento. L'uomo rischia l'arresto ma potrebbe cavarsela anche con la denuncia a piede libero dal momento che si e' costituito e ha reso piena confessione. E' ancora trattenuto presso i carabinieri del reparto operativo di Bari.

(Nfr/Zn/Adnkronos)