Genetica: vitamina D 'regista' nel Dna, influenza 229 geni e colore pelle (2)
Genetica: vitamina D 'regista' nel Dna, influenza 229 geni e colore pelle (2)
Non solo rachitismo, carenze sotto accusa anche in diabete, tumori e sclerosi

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - Cercando lungo la doppia elica del Dna la proteina recettore della vitamina D, cio la 'serratura' che scatta quando la sostanza alleata delle ossa vi si aggancia, il team britannico ha scoperto ben 2.776 siti di legame della vitamina D. Tutti sono stranamente assiepati intorno a un gruppo di geni che regolano la predisposizione a malattie autoimmuni quali sclerosi multipla, morbo di Crohn, lupus, artrite reumatoide, o a tumori come la leucemia linfocitica cronica e il cancro al colon-retto. Malattie che potrebbero essere dunque favorite da una carenza di vitamina D.

Gli studiosi hanno infatti calcolato che la vitamina D influenza l'attivit di 229 geni, inclusi alcuni precedentemente correlati a sclerosi multipla, morbo di Crohn e diabete di tipo 1 (giovanile o insulino-dipendente). "Il nostro studio offre una sensazionale evidenza dell'enorme impatto che la vitamina D esercita sulla salute umana", commenta Andreas Heger del Medical Research Council dell'ateneo di Oxford, fra gli autori principali della ricerca.

Anche se una dieta ricca di olio di pesce pu essere utile, la fonte principale di vitamina D resta l'esposizione della pelle ai raggi solari, sottolineano gli esperti. Poich per carenze di questa sostanza durante la gravidanza possono essere pericolose sia per la mamme sia per il futuro beb, supplementi di vitamina D possono offrire benefici nei mesi della gestazione o nei primi anni di vita.

(Opa/Col/Adnkronos)