Sicurezza stradale: Ania, nel controesodo 2009 un morto ogni due ore (2)
Sicurezza stradale: Ania, nel controesodo 2009 un morto ogni due ore (2)

(Adnkronos) - ''La stessa tendenza si e' verificata nell'ultimo anno quando si e' passati dai 1.008 sinistri registrati nel fine settimana di controesodo del 2008 ai 911 del 2009 (-9,6%). E' per aumentato del 9% il numero di morti passato da 33 a 36,dati drammatici se si considera che 36 persone sono decedute nell'arco di 72 ore'', continua l'Ania.

''Velocit, uso del telefonino al volante e guida in stato d'ebbrezza sono le principali infrazioni contestate agli italiani sulle strade nel periodo del controesodo. L'eccesso di velocit risulta il peggior 'vizio' degli italiani al volante, come dimostrano i dati relativi alle contravvenzioni degli ultimi 3 fine settimana di agosto. In totale nel 2009 sono state elevate 13.083 multe, 4.915 delle quali per eccesso di velocit e 442 per guida in stato di ebbrezza. Molti i rischi legati alla guida distratta, con gli automobilisti che utilizzano dispositivi elettronici e telefonini mentre sono al volante: a dimostrazione di ci, le 755 contravvenzioni contestate nel 2009. In generale, si registrato un calo delle infrazioni accertate: l'eccesso di velocit, rispetto agli stessi fine settimana del 2008, sceso del 6,8%, l'uso del cellulare senza auricolare o vivavoce del 20,9% e la guida in stato d'ebbrezza dell'8,5%'', continua la nota.

''Nei periodi di controesodo -spiega il presidente della Fondazione Ania, Sandro Salvati- le nostre strade si trasformano in un vero e proprio campo di battaglia: ogni 3 giorni muoiono 36 persone in incidenti che si succedono al ritmo di 13 ogni ora. E’ per questo che, soprattutto ai giovani, voglio mandare un messaggio chiarissimo: la vita una cosa meravigliosa, troppo importante per essere sprecata a causa di un incidente stradale. Storicamente l’ultimo fine settimana di agosto quello in cui registriamo il maggior numero di morti sulle strade''.

(Rem/Zn/Adnkronos)