Giustizia: Ferranti (Pd), gia' sventato falso piano smaltimento
Giustizia: Ferranti (Pd), gia' sventato falso piano smaltimento

Roma, 23 ago. (Adnkronos) - "Abbiamo gi sventato un falso piano di smaltimento dell’arretrato civile: ora il ministro Alfano annuncia uno studio con le stesse finalit e questo non pu non preoccuparci molto". Lo dice Donatella Ferranti, capogruppo Pd nella commissione Giustizia di Montecitorio, che aggiunge: "A luglio il governo tent surrettiziamente di introdurre gravi novit per la giustizia: allora scoprimmo che non si trattava di smaltimento di cause pendenti, come loro sostenevano, ma pi semplicemente di azzeramento dei processi".

"Non conosciamo -continua Ferranti- il piano a cui si riferisce oggi il ministro Alfano ma, se i principi sono gli stessi, ci prepariamo a dar battaglia. Per eliminare l’arretrato dei contenzioni, non certo accettabile un piano che pu rivelarsi strumentale sia alla privatizzazione della giustizia, perch introduce figure estranee alla giurisdizione e sottrae al giudice il suo compito principale, sia alla facile risoluzione della causa Cir-Fininvest, che pende in appello dopo che il primo grado aveva stabilito il pagamento di 750 milioni a carico della famiglia Berlusconi".

"Il punto cruciale -conclude l'esponente democratica- che questo governo ha il peccato originale di non poter fare nulla sulla giustizia che non sia ad personam o ad aziendam: anzich potenziare e riorganizzare gli organici con pi personale e pi risorse, le priorit di Berlusconi, si chiamino smaltimento arretrati o processo breve, sono sempre le stesse: depotenziare il processo penale, impedire l'utilizzazione delle intercettazioni telefoniche, limitare l'autonomia del pubblico ministero, garantirsi l'estinzione, una volta per tutte, dei suoi processi".

(Pol-Gac/Col/Adnkronos)