Lega: Rovati a Bossi, non impaludatevi in questioni di potere e clientelismo
Lega: Rovati a Bossi, non impaludatevi in questioni di potere e clientelismo
La Dc ha tutelato la Lega consentendole di esprimere le proprie idee

Roma, 23 ago. (Adnkronos) - La Lega "non commetta lo stesso errore della Dc, cioe' di abbandonare la forza propulsiva delle idee e dei progetti, come il federalismo, per impaludarsi in mere questioni di potere e clientelismo". Lo dice l'ex consigliere di Romano Prodi, Angelo Rovati, in una lettera aperta al leader leghista Umberto Bossi, pubblicata sul Corriere della Sera.

Rovati aggiunge di non condividere le recenti affermazioni di Bossi sulla Dc e sulla sua storia: "ha tutelato in questo Paese -spiega- la liberta' di tutti. Dai fascisti usciti sconfitti dalla guerra, ai comunisti usciti invece vincitori. Ha tutelato anche la Lega Nord dalla sua fondazione assicurandole la possibilita' di esprimere le proprie idee, di portare avanti i propri progetti che venivano accolti, allora, nella derisione e nello snobismo piu' becero".

"Grazie a questo, possiamo ora contare su una forza democratica, popolare e liberale come la Lega, e grazie alla sua forza propulsiva sperare che si riescano a modernizzare le istituzioni di questo nostro bellissimo ma travagliato Paese", sottolinea Rovati che cita molti ex ministri Dc e protagonisti della storia politica italiana, da Vanoni a Fanfani, da Marcora a Rognon, a Beniamino Andreatta, che "sono la testimonianza storica che non tutti sono da strozzare e non tutti sono ricoperti dalla materia prima 'cambroniana'...".

(Pol/Gs/Adnkronos)