Acqua: Raimondi, con progetto legge lombarda si evita vuoto normativo
Acqua: Raimondi, con progetto legge lombarda si evita vuoto normativo
Rimane sotto il controllo pubblico e le tariffe non aumenteranno

Milano, 3 nov. (Adnkronos) - "La Regione ha preso responsabilmente la decisione di dare continuit al servizio idrico integrato in Lombardia. Senza questo progetto di legge regionale si rischierebbe un vuoto normativo e amministrativo dalle conseguenze gravissime". Ad affermarlo l'assessore regionale lombardo all'Ambiente Energia e Reti Marcello Raimondi, presentando oggi in VIII Commissione il testo di riforma del servizio idrico integrato.

"E' importante ribadire - ha continuato l'assessore - che l'acqua rimane sotto il controllo pubblico e che le tariffe non aumenteranno. La legge non un'attuazione del cosiddetto 'decreto Ronchi', come falsamente sostenuto da alcuni". Raimondi ha illustrato i punti essenziali della riforma: l'organizzazione del servizio idrico integrato sar gestita dalle Province tramite una struttura apposita, l'Ufficio d'Ambito, costituito come Azienda speciale che pu operare con una contabilit separata rispetto a quella della Provincia, e i Comuni andranno ad acquisire un ruolo importante all'interno della Consulta.

"Saremo molto attenti al dibattito che si aprir in Commissione e in Consiglio - ha concluso Raimondi - perch su una materia come quella del servizio idrico dobbiamo fare tutti uno scatto di responsabilit, evitando strumentalizzazioni e polemiche. Con questo progetto di legge abbiamo fatto uno sforzo importante per garantire gli investimenti necessari in futuro, la gestione ottimale, la rappresentanza degli enti locali, ma, soprattutto, il miglior servizio possibile ai cittadini, ai prezzi pi bassi".

(Red-Anf/Ct/Adnkronos)