Bari: corruzione Commissioni tributarie, in 2 anni oltre 100 mln di danni a Erario
Bari: corruzione Commissioni tributarie, in 2 anni oltre 100 mln di danni a Erario

Bari, 3 nov. - (Adnkronos) - Il sistema di corruzione che, secondo quanto accertato dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Bari e dalla Guardia di Finanza, pervadeva alcune commissioni tributarie della provincia di Bari e regionali, solo negli ultimi due anni ha provocato un danno all'Erario di oltre 100 milioni di euro (pari al 20% dell’ammontare dei contenziosi definiti nel 2009). Oggi sono state eseguite 17 ordinanze di custodia di custodia cautelare, delle quali quattro in carcere.

La corruzione era praticamente la regola. In molte controversie bastava elargire al giudice o al funzionario della Commissione una tangente perche' il processo tributario potesse avere una 'benevola' risoluzione. I giudici tributari, i loro funzionari e i commercialisti o avvocati coinvolti nell’indagine, si incontravano in uffici o in locali pubblici per stabilire le modalita' che avrebbero consentito di poter 'aggiustare' il processo.

L’indagine ebbe inizio nel dicembre 2008 quando i militari della Guardia di Finanza del Nucleo di Polizia Tributaria riscontrarono delle anomalie fra la loro attivita' di verifica su un’azienda barese di medie dimensioni, che aveva evidenziato rilevanti irregolarita', e l’attivita' ispettiva svolta successivamente dall’Ufficio delle Entrate 'Bari 2' che tali irregolarita', invece, non aveva riscontrato. Di qui l’apertura di un’inchiesta, coordinata dalla Procura, che si e' avvalsa di intercettazioni telefoniche, ambientali e servizi classici di investigazione, come pedinamenti e appostamenti. (segue)

(Pas/Zn/Adnkronos)