Cinema: addio occhiali 3D, verso ologrammi in movimento
Cinema: addio occhiali 3D, verso ologrammi in movimento
Sistema messo a punto da team di scienziati dell'universita' dell'Arizona

Roma, 3 nov. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - (EMBARGO ALLE 19.00) - Addio occhialetti per la visione dei film in tre dimensioni. Il cyber-cinema fa passi da gigante in tempi da record e si dota di tecniche sempre pi all'avanguardia: il prossimo passo sar poter ammirare in sala ologrammi che si muovono e che daranno lo stesso effetto dei fim in 3D, ma 'al naturale', senza bisogno di indossare dispositivi 'barriera' fra noi e i beniamini o i mostri dei lungometraggi. A pensarci sono stati gli esperti del College of Optical Sciences della University of Arizona (Usa), che si sono guadagnati in questo modo la copertina della rivista 'Nature'.

Il team guidato dal super-esperto di scienze ottiche Nasser Peyghambarian ha sviluppato un nuovo tipo di 'telepresenza olografica' che potr avere applicazione non solo nel cinema, ma anche nella telemedicina, nella pubblicit e nell'intrattenimento in generale.

"Telepresenza olografica - ha detto Peyghambarian - significa che possiamo registrare un'immagine tridimensionale in una posizione e mostrarla in un altro luogo, in tempo reale, ovunque nel mondo. Ci che manca, per ora, solo la capacit di aggiornamento dinamico delle immagini". Il cuore del sistema uno schermo composto da un nuovo materiale "in grado di aggiornare gli ologrammi ogni due secondi: in pratica, il primo a garantire una visione quasi 'real-time'", ha detto Pierre-Alexandre Blanche, ricercatore dell'ateneo Usa. (segue)

(Bdc/Zn/Adnkronos)