Grecia: anarco-insurrezionalisti, negli ultimi anni lunga scia di attentati/Scheda (3)
Grecia: anarco-insurrezionalisti, negli ultimi anni lunga scia di attentati/Scheda (3)

(Adnkronos) - 4 NOVEMBRE 2003: un pacco bomba viene recapitato nella caserma dei carabinieri di via San Siricio 7 a Roma, nel quartiere Vescovio, piu' conosciuta come stazione di Viale Libia. Un plico contenente 50 grammi di polvere nera, contenuto nell'involucro di una videocassetta, arrivato assieme ad altri tre pacchi, tutti uguali e senza mittente, esplode ferendo gravemente il maresciallo Stefano Sindona. La deflagrazione gli causa gravissime ferite agli arti superiori. Il carabiniere, 59 anni, originario di San Filippo del Mela, nel messinese, sposato e padre di due figli, viene ricoverato d'urgenza al Policlinico Umberto I e sottoposto a un lungo e delicato intervento alla mano destra.

- 4 NOVEMBRE 2003: nella stessa mattinata viene trovato e disinnescato dagli artificieri delle Forze dell'Ordine un pacco bomba a Viterbo analogo a quello esploso a Roma.

- 10 NOVEMBRE 2003: un pacco bomba viene recapitato a Viterbo, nella redazione del ''Corriere di Viterbo''. E' indirizzato ad un cronista che aveva seguito le vicende legate agli anarco-insurrezionalisti. L'ordigno viene disinnescato.

- 18 AGOSTO 2004: un ordigno rudimentale viene abbandonato in un cassonetto della spazzatura a Porto Rotondo il giorno dopo la partenza del premier inglese Tony Blair, ospite di Silvio Berlusconi. (segue)

(Rre/Ct/Adnkronos)