Maltempo: 'Focus Storia', il clima influenza corso eventi
Maltempo: 'Focus Storia', il clima influenza corso eventi
il mensile analizza rapporto tra eventi atmposferici e storici

Roma, 3 nov. - (Adnkronos) - Il “fattore clima” si sempre rivelato un elemento fondamentale nel condizionare il corso degli eventi storici, l’esito dei quali spesso stato deciso da previsioni meteorologiche azzeccate o al contrario totalmente sbagliate. Lo racconta il nuovo numero di 'Focus Storia', il mensile Gruner+Jahr/Mondadori diretto da Marco Casareto, che dedica l’approfondimento di copertina proprio al rapporto tra clima e storia, passando in rassegna gli avvenimenti pi significativi in cui le condizioni atmosferiche hanno giocato un ruolo di primo piano.

Nell’estate del 1588, scrive Focus Storia, gli spagnoli misero insieme una flotta di circa 130 navi che avrebbe dovuto trasportare una forza d’urto di circa 300mila uomini e 2.500 cannoni verso l’Inghilterra, per invaderla. La spedizione, per, non nacque sotto i migliori auspici meteorologici: appena salpata da Lisbona (allora dominio spagnolo) la flotta incapp in una prima tempesta e fu costretta a una sosta forzata. Ma il colpo di grazia agli spagnoli lo diede un’improvvisa e violenta tempesta che li spinse pericolosamente vicini alle coste rocciose della Scozia. Mentre si ritirava verso la Spagna, infine, un’altra tempesta fece affondare gran parte delle navi superstiti ancora in grado di navigare. (as

Sia Napoleone sia Hitler, ricorda poi il mensile, hanno dovuto fare i conti con la neve, il ghiaccio e le rigide temperature dell’inverno russo. E per entrambi l’esito della campagna di Russia stato l’inizio della fine. Il dittatore tedesco in particolare non tollerava che gli si ricordasse il disastroso epilogo dell’impresa napoleonica e chiese previsioni precise. I meteorologi del Terzo Reich per il 1941-42 si attendevano un inverno mite. Sbagliarono di grosso: non solo l’inverno si dimostr particolarmente rigido, ma l’intera Operazione Barbarossa (l’attacco nazista all’Urss) dovette essere rimandata a causa del fango che, gi nell’autunno del 1941, blocc a lungo l’esercito tedesco. (segue)

(Sin/Zn/Adnkronos)