** Notiziario servizi pubblici ** (40)
** Notiziario servizi pubblici ** (40)

(Adnkronos/Ign) –

Sanita': Regione Sicilia, commissione valutera' scelte su ospedale Avola-Noto

Sara' un organismo tecnico terzo, super partes e di "assoluta professionalita'" a decidere, alla presenza dei sindaci, come sara' strutturata l'offerta sanitaria nell'ospedale di Avola - Noto, verificando la bonta' della scelta gia' compiuta e l'eventuale nuova proposta alternativa. E' questa la decisione che e' stata presa al termine di una riunione, svoltasi all'assessorato regionale della Salute tra l'assessore Massimo Russo, il direttore generale dell'Asp di Siracusa Franco Maniscalco, e i sindaci di Avola e Noto, Tonino Barbagallo e Corrado Valvo.

"E' stato un confronto proficuo - ha detto l'assessore Russo - perche' c'e' stata piena condivisione del metodo: pur non entrando nel merito della decisione finale e' stato chiaro a tutti che le scelte dell'assessorato serviranno a garantire un'offerta sanitaria sul territorio molto piu' efficiente, efficace e razionale. Sono rimasto soddisfatto anche per il clima di collaborazione nel quale si e' svolto il confronto: dopo le polemiche accese dei giorni scorsi, che hanno creato tensioni tra le popolazioni dei due comuni, oggi i toni della discussione sono stati estremamente sereni ed entrambi i sindaci hanno deciso di rimettersi alle decisioni che in tempi abbastanza rapidi saranno assunte dalla commissione chiamata a valutare gli aspetti tecnici".

"Ritengo - ha proseguito - che la presenza dei due sindaci ai lavori della commissione sara' importante per capire che la scelta non avra' nessuna connotazione politica, ma sara' solo motivata da logiche sanitarie e organizzative. Una cosa e' emersa con chiarezza, non esistera' un ospedale di serie A e un altro di serie B, ma esisteranno due presidi ospedalieri con diverse funzioni - ha concluso l'assessore -: uno sara' deputato all' erogazione di prestazioni per acuti, l'altro diventera' un importante centro di riferimento per la riabilitazione e la lungo degenza".

L'assessore Russo ha indicato l'Agenas, l'agenzia ministeriale per i servizi sanitari alle regioni, come possibile organismo chiamato alla valutazione finale. (segue)

(Ign/Gs/Adnkronos)