Sanita': Mandarelli, in piano Lazio modifiche coraggiose
Sanita': Mandarelli, in piano Lazio modifiche coraggiose

Roma, 3 nov. - (Adnkronos) - “Difendo il merito e il metodo con cui il Presidente Polverini sta lavorando per sanare il debito della Sanit, tenendo sempre presenti le esigenze imposte dal piano di rientro e quelle di assicurare la migliore assistenza ai cittadini, come lei stessa ha dichiarato. La sua presenza oggi in Consiglio, dopo l’approvazione del piano da parte del Governo, testimonia la sobriet e la seriet del modo con cui ha scelto di operare finora: solo adesso possibile parlare di fatti e non di promesse''. E’ quanto dichiara Alessandra Mandarelli, presidente della Commissione Sanit del Consiglio Regionale del Lazio, a commento della seduta straordinaria del Consiglio.

''Si tratta del massimo risultato possibile che si poteva raggiungere in soli 5 mesi e in una situazione di commissariamento. E’ in atto una vera rivoluzione per la Sanit del Lazio - sottolinea Mandarelli - i cui risultati potranno essere valutati oggettivamente, scevri da futili polemiche, solo tra qualche tempo. Abbiamo messo in campo delle modifiche coraggiose, attivato le procedure per gli sblocchi dei fondi, del turn over e per la richiesta del mutuo, aumentato l’offerta e potenziato i servizi pubblici. E tutto questo stato illustrato, con chiarezza e trasparenza, oggi in Aula dalla Polverini. La seduta straordinaria del Consiglio dovrebbe essere vissuta come un’opportunit di partecipare, con spirito propositivo, alla realizzazione di una Sanit lontana dal ricordo del passato, vista la possibilit, offerta dal Presidente, di aggiustamenti e miglioramenti della situazione attuale”.

“In risposta alle polemiche dell’Aula, tengo a precisare che il lavoro della Commissione Sanit sta procedendo in questo senso e in linea con i tempi e le direttive imposte dall’iter del piano di riordino. Stiamo continuando ad audire i sindaci dei territori in cui insistono le strutture sottoposte a riconversione e il nostro lavoro, oggi, quello di raccogliere tutte le istanze e le richieste per conciliare al meglio le esigenze immediate dei cittadini con quelle pi generali di tutta la Regione. Questo non un punto d’arrivo, ma solo l’inizio di un lavoro molto intenso - conclude il presidente della Commissione - che ci porter alla pianificazione del prossimo piano sanitario regionale 2013-2015, con l’obiettivo di fornire, alla Regione Lazio, una Sanit moderna, ben organizzata e basata su criteri di appropriatezza ed efficienza”.

(Rre/Ct/Adnkronos)