Universita': allarme sindacati Umbria per tagli ministero a fondi Adisu
Universita': allarme sindacati Umbria per tagli ministero a fondi Adisu

Perugia, 3 nov. (Adnkronos) - ‘‘Il taglio di 6 milioni di euro da parte del Ministero rischia di far perdere all’Adisu il primato nazionale di soddisfacimento di tutte le domande di borse di studio”. Una situazione di incertezza, quella a cui e’ costretta l’Agenzia per il diritto allo studio dell’universita’ perugina, ritenuta “inaccettabile” da parte di Fp-Cgil, Fnp-Cisl e Uil-Fpl.

Per le sigle sindacali, “si prospetta, causa i minori stanziamenti, uno scenario difficile, che di certo vedra’ calare in maniera netta il numero delle borse di studio solitamente erogate, tra le 5mila e le 6mila all’anno accademico, assegnate agli studenti umbri e fuori sede aventi diritto per merito e per reddito”. L’allarme, era gia’ stato lanciato dall’amministratore unico dell’Adisu, Maurizio Oliveiro, che si era anche lamentato della dotazione organica insufficiente con cui l’Agenzia riesce a portare avanti una grande mole di lavoro e servizi.

I sindacati hanno piu’ volte sostenuto la “necessita’ di incrementare il personale dell’Agenzia, che dal 2004 ad oggi e’ passato da 181 a 41 unita’. In questi termini, garantire gli standard qualitativi e quantitativi dei servizi agli studenti, considerando le contrazioni imposte a livello di budget –sostengono - e’ quantomeno difficoltoso. Cio’ nonostante, grazie alla professionalita’ e alla dedizione finora garantite dal personale, l’Adisu finaora ha continuato a primeggiare a livello nazionale per l’efficienza e la qualita’ dei servizi erogati”. (segue)

(Fmr/Ct/Adnkronos)