Milano: De Corato, clandestini 8 autori di reati su 10
Milano: De Corato, clandestini 8 autori di reati su 10

Milano, 6 nov. (Adnkronos) – “La sparatoria che si verificata in via Gola dopo che un pirata della strada non si fermato all’alt della polizia richiama ancora una volta l’attenzione sul pericolo esercitato dai clandestini a Milano che, come ha affermato il capo della polizia Antonio Manganelli, al nord sono autori di otto reati su dieci che destano allarme sociale commessi da extracomunitari”. E' quanto sottolinea il vicesindaco e assessore alla Sicurezza di Milano, Riccardo De Corato, dopo l’arresto di un ivoriano clandestino che non si fermato all’alt della polizia investendo un agente e rimanendo ferito.

“Da inizio anno -sottolinea De Corato- sono 638 gli irregolari fermati a Milano solo dalla Polizia Locale ma troppo spesso con questi soggetti si utilizzano i guanti bianchi e una recente sentenza della Cassazione a Sezioni Unite ha pure detto che basta avere figli per evitare l’espulsione. Il risultato che ci troviamo stupratori, come il marocchino arrestato recentemente alla Centrale, che aveva tre espulsioni alle spalle ma era ancora a Milano a combinare guai".

''Mi auguro -aggiunge De Corato- alla luce anche del rapporto Caritas che ha certificato un inarrestabile boom dei flussi immigratori, che da parte dei giudici ci sia un’inversione di tendenza che preveda maggiore severit e che i clandestini fermati non vengano subito rimessi in circolazione come semplici indagati a piede libero perch lo sforzo di Polizia Locale e forze dell’ordine e le risorse impiegate non vengono ripagati. Le operazioni -conclude- determinano solo processi in contumacia ovvero fantasma e i 50 mila clandestini presenti a Milano rimangono pertanto in circolazione, un circolo vizioso”.

(Red-Ros/Lr/Adnkronos)