Milano: sequestrato in un ristorante un quintale di cibo avariato
Milano: sequestrato in un ristorante un quintale di cibo avariato
De Corato, non si puo' scherzare sulla salute

Milano, 6 nov. - (Adnkronos) - Un quintale di alimenti avariati e scaduti, tra carne e pesce, sono stati sequestrati dalla Polizia Locale in un ristorante di cucina italiana e mediterranea del centro di Milano, zona Tribunale. Il titolare e gestore del pubblico esercizio, un egiziano di 57 anni, stato denunciato alla Procura per cattiva conservazione degli alimenti e tentata frode in commercio. Ed stato sanzionato per quasi 6000 euro per inosservanze alle condizioni igienico-sanitarie.

Gli agenti hanno riscontrato un’estrema sporcizia nelle cucine con presenza di scarafaggi, freezer unti, frigo e cappe mal funzionanti, latte di birra conservate nel gabinetto, cibi cotti, come cozze e capesante gratinate, tenuti da giorni in frigo senza apposita copertura e separazione da altri alimenti, carne ovina diventata verde per la pessima conservazione. Diversi prodotti erano scaduti anche da sei mesi come del salmone e pesce spada affumicati. E alcuni surgelati venivano serviti invece come freschi agli ignari clienti.

“Non si pu scherzare con la salute – spiega il vicesindaco di Milano De Corato –. Da parte di alcuni cittadini ci erano arrivate segnalazioni di anomalie e lamentele per questo pubblico esercizio. E la Polizia Locale ha immediatamente svolto accertamenti in autonomia. Naturalmente, la gravit della situazione trovata nel locale e i reati penali contestati sono stati segnalati alla Procura ma saranno anche relazionati all’Asl. Che, oltre a imporre entro 30 giorni il ripristino di adeguate condizioni igienico-sanitarie, in qualit di organo sanitario competente, potr decidere altri provvedimenti pi coercitivi”. (segue)

(Red-Mcl/Lr/Adnkronos)