Pompei: Bossa (Pd), avevamo lanciato l'allarme ma siamo stati ignorati
Pompei: Bossa (Pd), avevamo lanciato l'allarme ma siamo stati ignorati

Roma, 6 nov. - (Adnkronos) - ''Sono mesi che denuncio, con interrogazioni e articoli, il degrado allarmante degli scavi di Pompei. Il gravissimo crollo di stamattina la dimostrazione che il Governo e il Ministro Bondi hanno sottovaluto la situazione e raccontano, da tempo, un bel p di sciocchezze''. Il duro attacco di Luisa Bossa, deputata del Pd, ex sindaco di Ercolano, dopo che si appresa la notizia del crollo, avvenuto stamattina, della Domus dei gladiatori.

''Quando abbiamo posto la questione del degrado negli scavi -dice Bossa- Bondi ha risposto in modo piccato e risentito, difendendo il lavoro dei suoi commissari. Il crollo della Domus dei gladiatori la drammatica, ma inevitabile, risposta a chi pensa che governare significhi raccontare una balla al giorno, attaccando chi a quella balla non crede perch le cose va a guardarle con i suoi occhi. La situazione dei siti archeologici in Campania drammatica''.

''Il ministro -dice Bossa- in entrambe le occasioni ha risposto parlando di allarmi ingiustificati e di procedure corrette. Quello che successo stamattina dimostra che, invece, le preoccupazioni erano ben fondate. Negli scavi lavorano da mesi betoniere, bob kart, ruspe, levigatrici, martelli pneumatici; gi il restauro del Teatro grande non ha visto rispettate le minime regole di sicurezza per la stabilit dei luoghi. Tanto che il diciotto gennaio scorso ci fu gi uno smottamento in prossimit di via dell’Abbondanza, nell’insula adiacente alla Casa dei casti amanti, con il crollo di un muro perimetrale. Adesso la notizia di un nuovo crollo. A questo punto -conclude- speriamo che il prossimo reperto archeologico a crollare sia proprio il governo di cui fa parte il Ministro Bondi, cos almeno salviamo quel che resta della cultura in questo Paese''.

(Spe/Pn/Adnkronos)