Rifiuti: Sardegna, comune Sestu taglia turni di raccolta e Cagliari aumenta sanzioni
Rifiuti: Sardegna, comune Sestu taglia turni di raccolta e Cagliari aumenta sanzioni
Intervenga la Regione

Cagliari, 6 nov. - (Adnkronos) - E’ guerra ormai tra il Comune di Cagliari ed il Comune di Sestu, confinante con il capoluogo, che ha ridotto i turni di raccolta dei rifiuti urbani, e Cagliari per contrastare il conferimento abusivo porta le sanzioni a 500 euro. L’annuncio del Comune di Sestu che ha deciso, per rispettare il Patto di stabilit, di ridurre i turni di ritiro del secco indifferenziato e del vetro, e Cagliari risponde allertando le squadre della sezione Vigilanza Ambientale della Polizia Municipale, che sono pronte a un’azione decisa su tutto il territorio.

“Se Sestu riduce i giorni di ritiro - spiega l’assessore alla Pianificazione dei Servizi Gianni Giagoni - saranno Cagliari ed i cagliaritani a pagarne le spese. Perch da qualche parte gli abitanti di Sestu dovranno disfarsi dei rifiuti che non possono certo tenere a casa per quindici giorni di fila. Siamo molto preoccupati per questo provvedimento che arriva proprio nei mesi di novembre e dicembre, decisivi per cercare di raggiungere le percentuali di rifiuti separati imposte dalle norme regionali e nazionali”.

Il Comune di Cagliari pronto dunque a dar battaglia ai non residenti che depositano i propri rifiuti nei cassonetti cagliaritani, costume ormai consolidato, visto che dai comuni dell’hinterland cagliaritano, per chi si reca a lavoro in citt, diventata prassi quella di gettare i sacchetti dei rifiuti nei cassonetti della citt. (segue)

(Coe/Zn/Adnkronos)