India: fuori casta cristiani chiedono a Obama di sostenere la loro causa
India: fuori casta cristiani chiedono a Obama di sostenere la loro causa

Nuova Delhi, 6 nov. - (Adnkronos) - Il sostegno di Obama pu essere la chiave per spingere il governo indiano a porre fine alla discriminazione anche religiosa dei fuori casta, i dalit, cristiani. Lo scrive 'Asianews', in occasione della visita del presidente degli Stati Uniti in India. "Se i cristiani indiani, in particolare i dalit, chiedessero al presidente degli Stati Uniti Barack Obama di dire al governo indiano che la discriminazione basata sulla religione una violazione dei diritti umani internazionali, allora il governo dovrebbe concedere la parit di diritti e benefici sia ai dalit cristiani che ind", dice padre Charles Irudayam, segretario esecutivo della Commissione giustizia, pace e sviluppo della Conferenza episcopale indiana.

Una disposizione presidenziale del 1950 limitava in India i benefici ai soli ind. Sebbene tale clausola sia stata poi modificata per includere buddisti e sikh, cristiani e musulmani sono rimasti esclusi. La maggior parte dei partiti politici indiani e i governi che si sono succeduti nel tempo sono pi volte giunti a un accordo sull’estensione di una parte dei benefici anche ai dalit cristiani. Ma, in 60 anni, prosegue l'agenzia del Pime, nessuno ha preso questa decisione.

"Come cristiana mi aspetto che i dalit cristiani chiedano a Obama di parlare di tolleranza religiosa durante l’incontro con il presidente indiano Pratibha Patil Devisingh, e di come il governo dovrebbe modificare la Costituzione per concedere privilegi ai dalit cristiani", ha detto in proposito suor Jane, del convento delle Adoratrici di Giuseppe di Mumbai.

(Ses/Pn/Adnkronos)