Mafia: Gasparri, indispensabili chiarimenti su scelta Conso nel '93
Mafia: Gasparri, indispensabili chiarimenti su scelta Conso nel '93

Roma, 14 nov. (Adnkronos) - “Parli Ciampi, parli chi aveva rapporti stretti al Viminale con il capo della Polizia Parisi nel 1993. Si dica chi e perch ha deciso, ai tempi di quel governo di centro-sinistra, una incredibile resa a ‘cosa nostra’. Il ministro di Ciampi, Conso, ha detto alla Commissione Antimafia di aver deciso lui, e da solo, l’abolizione del carcere duro per oltre cento mafiosi al fine di bloccare le stragi. Con chi aveva trattato? Ciampi non sapeva? Gravissimo. Era il capo del governo. Doveva guidare la lotta al crimine''. E' quanto dichiara il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri.

''Siamo di fronte ad una vicenda inquietante, che non ottiene l’attenzione dovuta. Come capogruppo del Pdl assumer tutte le iniziative utili per far luce su questi fatti. Ex capi di governo, ex presidenti della Repubblica ed ex ministri dovranno parlare. Si processano i protagonisti della lotta alla mafia, come Mori, e non si chiede la verit a chi si arrese alla mafia?”, conclude.

(Pol-Leb/Col/Adnkronos)