Parlamento: Pdl-Fli e Lega ancora insieme, ma solo 'al ristorante' (2)
Parlamento: Pdl-Fli e Lega ancora insieme, ma solo 'al ristorante' (2)
Organismo ministeriale agira' contro chi 'usurpa' titolo 'italiano'

(Adnkronos) - Per definirsi 'italiano', un ristorante, secondo la proposta della Lega e quella del senatore del Pdl Basilio Giordano (eletto nella circoscrizione America settentrionale e centrale), deve offrire ai propri clienti, "con comprovabile prevalenza e adeguata informazione al cliente", in ambienti "idonei dal punto di vista igienico-sanitario e del servizio", pietanze "ispirate alle ricette della tradizione culinaria del territorio italiano" nonch prodotti enogastronomici tipici "provenienti da aziende agricole e industriali la cui sede di produzione situata in Italia".

E qui interviene il Comitato, istituito presso il ministero del Commercio internazionale, chiamato ad attribuire la qualifica di 'ristorante italiano' a quegli esercizi che dimostrino di avere tutte le carte (e i menu') in regola. Non solo, il Comitato "promuove azioni legali nei confronti delle contraffazioni e dell'abuso delle insegne e del titolo 'italiano'; tutela e diffonde all'estero le cucine tipiche del territorio italiano; costituisce e aggiorna, in collaborazione con le associazioni di categoria, la banca dati della ristorazione italiana all'estero".

Simile, nella sostanza, la proposta del deputato di Fli Giuseppe Angeli, eletto nella circoscrizione estera dell'America meridionale: certificato di garanzia per i ristoranti italiani all'estero che rispettino determinati requisiti di qualita' e competenza, ed istituzione della 'Scuola dell'arte della cucina italiana', che prepari a dovere i cuochi che lavorano all'estero. Inoltre, un esercizio di ristorazione con la denominazione di 'ristorante italiano' deve possedere "un'esperienza minima di cinque anni nell'arte della cucina regionale".

(Fer/Zn/Adnkronos)