Riforme: proposta bipartisan, parlamentari a 20 anni
Riforme: proposta bipartisan, parlamentari a 20 anni
da 'Montiamoci la testa' richiesta modifica Costituzione

Roma, 14 nov. - (Adnkronos) - Modificare la Costituzione affinch si riducano drasticamente i vincoli di et alla Camera come al Senato, sia per il diritto attivo che per quello passivo. In pratica: diritto a presentarsi per la Camera con la maggiore et (al momento sono richiesti 25 anni) e al Senato compiuti i 25 anni (oggi necessario averne 40) e diritto di voto a partire dai 18 anni per entrambi i rami del Parlamento (oggi il Senato eletto da chi ha compiuto i 25 anni). E’ una delle proposte emerse a “Montiamoci la testa, torniamo a ragionare”, il workshop bipartisan tenutosi a Bertinoro che ha visto coinvolti giovani professionisti e deputati di diversi schieramenti.

“I ventenni e i trentenni non hanno voce nell’assemblea parlamentare. Non possono votare la legge per le proprie pensioni, non possono intervenire sulla spesa per l’universit e la ricerca, non possono disciplinare le regole del mercato del lavoro che possono fare'', ha dichiarato Sandro Gozi del Pd

''E’ sorprendente come non si siano gi mobilitati a protestare per il diritto negato di determinare il proprio futuro. Un diciottenne pu votare il proprio sindaco, il governatore della Regione ma non per il senatore del suo collegio. Ha senso tutto ci?”, si e' domandato. (segue)

(Pol-Leb/Zn/Adnkronos)