Bioetica: Roccella a Turco, legge non finanzia progetti ma chiude a eutanasia
Bioetica: Roccella a Turco, legge non finanzia progetti ma chiude a eutanasia

Roma, 1 mar. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - "L’onorevole Livia Turco protesta per alcune correzioni del tutto marginali chieste e ottenute dalla Commissione Bilancio sul ddl Calabr e accusa il centrodestra di non prevedere finanziamenti a favore degli stati vegetativi. Ma questa legge non fatta per 'finanziare progetti', cosa a cui il Governo ha gi pensato con circa 140 milioni di euro stanziati negli ultimi due anni attraverso i fondi vincolati per gli obiettivi di piano". Cos il sottosegretario alla Salute Eugenia Roccella, replica all'esponente del Pd che aveva contestato gli emendamenti presentati oggi dal relatore del Ddl sul fine vita.

"Il ministero, insieme alle Regioni - sottolinea Roccella in una nota - ha gi predisposto Linee guida che individuano un percorso assistenziale e riabilitativo appropriato per le persone in stato vegetativo, basato sui risultati della Commissione di esperti da me presieduta, e sul Libro Bianco redatto dalle associazioni dei familiari dei pazienti".

"Questa legge - afferma il sottosegretario - serve ad altro: a stabilire finalmente il principio del consenso informato, assicurando ai pazienti la libert di scegliere le terapie, ma garantendo la sicurezza delle cure e senza aprire spiragli all’eutanasia. E’ una legge ragionevole - conclude Roccella - che corrisponde ai comportamenti concreti e al sentire diffuso delle famiglie italiane sul tema del fine vita".

(Red-Ile/Pn/Adnkronos)