Carceri: legale detenuto suicida, aveva gia' tentato di uccidersi
Carceri: legale detenuto suicida, aveva gia' tentato di uccidersi
Per lui chiesta detenzione domiciliare o liberta'

Roma, 1 mar. - (Adnkronos) - Aveva gia' tentato il suicidio in carcere a Salerno il detenuto Jean Jaques Olivier Esposito, che si e' tolto la vita oggi presso la casa circondariale di Ariano Irpino. Lo rende noto il suo legale, l'avvocato Michele Sarno. ''Esposito era detenuto in forza di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per spaccio di ingente quantitativo di sostanza stupefacente - spiega l'avvocato - Tale provvedimento era stato confermato dinanzi al Tribunale del Riesame di Napoli. A seguito di ci era intervenuto un interrogatorio sollecitato dalla difesa, nel quale l'uomo aveva offerto chiarimenti rispetto alla vicenda''.

Dopo il tentativo di suicidio, ricorda l'avvocato Sarno, ''la difesa il 18 febbraio 2011 aveva inoltrato istanza di scarcerazione o di concessione degli arresti domiciliari. Nelle more il detenuto era stato trasferito presso la casa circondariale di Ariano Irpino.''

''Va ulteriormente precisato che nella istanza la difesa evidenziava l'opportunit dell'adozione di un provvedimento pi attenuato sotto il profilo cautelare proprio in ragione delle condizioni dell'uomo - sottolinea il legale - o e del fatto che lo stesso, sulla base dei tentativi di suicidio, fosse sostanzialmente incompatibile con la struttura carceraria''. La difesa, conclude l'avvocato, ''proceder alla nomina del dr. Tito De Marinis quale consulente medico legale relativamente alle operazioni peritali, riservandosi sin da ora di proporre tutte le azioni a tutela dei familiari del proprio patrocinato''.

(Sin/Pn/Adnkronos)