Caso Marrazzo: conclusa inchiesta su tentata estorsione e su morte Cafasso (2)
Caso Marrazzo: conclusa inchiesta su tentata estorsione e su morte Cafasso (2)

(Adnkronos) - Complessivamente agli imputati il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e il pubblico ministero Rodolfo Sabelli hanno contestato 26 episodi. Il caso Marrazzo esplose il 21 ottobre del 2009. L'inchiesta and avanti tra vari colpi di scena per lungo tempo poi un'altro fatto clamoroso si inseri' nella vicenda: la morte per overdose di Cafasso, avvenuta il 12 settembre del 2009 in un albergo di via Salaria.

Secondo l'accusa Gianguerino faceva parte dell'associazione per delinquere insieme con Testini, Tagliente e Simeone. Cafasso secondo l'accusa aveva il ruolo di fornire informazioni sull'attivit di spaccio di stupefacenti ai clienti che erano nel giro della prostituzione nell'area Cassia-Trionfale. Le sue informazioni servivano secondo l'accusa a Testini, Tagliente e Simeone per fare le perquisizioni ai trans che poi venivano costretti a versare denaro.

Nell'ambito dell'indagine la morte di Gianguerino Cafasso fu attribuita al maresciallo Testini che secondo i pm decise premeditatamente di eliminarlo fornendogli una dose di stupefacente mortale perch il pusher era ormai diventato un pericoloso testimone per i fatti oggetto dell'inchiesta. Con il deposito degli atti i difensori entro venti giorni dovranno richiedere al magistrato attivit istruttoria o interrogatori dei loro clienti nonch depositare atti istruttori. Poi il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo potr fare le sue richieste al gup.

(Saz/Pn/Adnkronos)