Caso Yara: mamma Denise Pipitone, addolorata per genitori so cosa si prova
Caso Yara: mamma Denise Pipitone, addolorata per genitori so cosa si prova
informazione sia corretta, dietro ogni bimbo rapito c'e' famiglia che vive una tragedia

Palermo, 1 mar. - (Adnkronos) - "La notizia del ritrovamento del cadavere della piccola Yara mi ha molto addolorata. Avrei sperato in un esito positivo della vicenda e sono vicina ai genitori della bambina, per i quali si spenta una speranza". A dirlo all'ADNKRONOS Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone, inghiottita nel nulla a Mazara del Vallo (Trapani) il primo settembre del 2004, quando aveva quattro anni. "So cosa si prova - aggiunge - e so che al dolore presto si aggiunger la rabbia per quello che magari non si fatto".

Sulla scelta del silenzio stampa invocata dai genitori di Yara, mamma Piera, da anni pronta ad andare in tv e a fare appelli perch chi sa parli, non ha dubbi: "E' stata una scelta soggettiva ed io penso che bisogna rispettarla. Non mi sento di dare giudizi, evidentemente hanno ritenuto opportuno fare cos".

"Io - prosegue - penso che di questi bimbi scomparsi bisogna parlare sempre e dovunque. Le loro foto devono essere note al grande pubblico per non dimenticarli, per - precisa - necessaria una corretta informazione, un'informazione che aiuti le ricerche e le indagini, e non un stillicidio di notizie, talvolta infondate, fatte di commenti affrettati e di un accanimento che reca ulteriore dolore. Bisognerebbe sempre ricordare - conclude - che dietro un bambino rapito c' un'intera famiglia che vive un dramma e che pu essere marchiata a vita con giudizi infamanti".

(Ter/Gs/Adnkronos)